MANGIARE LA PASTA LA SERA FA INGRASSARE?

7 Giugno 2023

I ritmi circadiani, ossia il nostro “orologio biologico”, influiscono anche sul nostro metabolismo e sull’utilizzazione dei nutrienti assunti con la dieta, ovvero sul modo in cui utilizziamo o invece immagazziniamo come riserva le calorie alimentari. Per cui una stessa quantità di energia avrebbe effetti diversi sul metabolismo, e di conseguenza anche sul nostro peso, se assunta con i pasti del mattino o se invece assunta con i pasti della sera.

Sulla base di alcuni studi condotti, sembra che chi (a parità di alimentazione e di attività fisica) assume una parte maggiore delle calorie della propria dieta nella prima parte della giornata possa controllare meglio sia il proprio peso sia la massa grassa rispetto a chi mangia di più nelle ore serali, o comunque nella seconda parte della giornata.

Quindi, si consiglia di distribuire l’alimentazione nella giornata alleggerendo il pasto serale a favore della prima colazione e del pranzo, con impatti favorevoli su vari parametri, fra cui anche la glicemia, oltre che il peso corporeo. Inoltre, proprio a causa dei ritmi circadiani il nostro assetto metabolico e ormonale cambia nella giornata. La produzione da parte del nostro organismo di alcuni ormoni deputati in maniera particolare al consumo energetico e di altri ormoni che interferiscono con l’utilizzo degli zuccheri sembra essere più efficiente nella prima parte della giornata; per questo motivo, le linee guida suggeriscono di contenere l’apporto calorico della cena al 30% del fabbisogno giornaliero.

Infine, è stato dimostrato che la pasta, meglio se integrale e con condimenti leggeri, si digerisce molto più facilmente e rapidamente che non la carne, quindi, scegliere la pasta per il pasto serale agevola la digestione e, di conseguenza, favorisce anche una migliore qualità del sonno.

Pertanto, suggerire un pasto serale a ridotto apporto energetico vuol dire consigliare un uso limitato di tutte le tipologie di alimenti e di qualunque piatto ad alto contenuto calorico, non con riferimento solamente ai carboidrati.